The British Institute of Rome

I Vantaggi di Scoprire l’Inglese da Bambini

I Vantaggi di Scoprire l’Inglese da Bambini

Imparare una seconda lingua, e impararla presto, oggi non sembra più essere un’opzione ma una necessità. Il mondo cambia a grande velocità e fra le poche certezze che abbiamo è certamente di fondamentale importanza per ogni “cittadino di domani” la capacità di interfacciarsi con un numero sempre maggiore di persone… non sempre della nostra stessa nazionalità.
Scoprire l’inglese in particolare, fin dalla tenera età, è una scelta che sempre più genitori oggi fanno consapevolmente, con la certezza di assicurare ai propri figli uno strumento necessario ad affrontare le sfide di domani.

Scoprire l’Inglese fin da piccoli

Ma perché iniziare così presto a studiare una nuova lingua? Facile: perché per i bambini è molto più facile! Già pochi mesi dopo la nascita infatti i bambini possiedono un’elevatissima capacità cerebrale, aiutata dalla propensione ad un apprendimento adattabile e senza filtri che si esplicita ancor meglio nell’acquisizione di un nuovo linguaggio. Questo senza calcolare l’eccellente memoria e una capacità d’imitazione tipica delle più piccole fasce d’età. Una vera e propria predisposizione innata che abbiamo tutti appena nati!
L’apprendimento dell’inglese durante l’infanzia diventa così un processo naturale e privo di sforzo. Ma ricordate: questa capacità naturale inizia a decrescere dopo i 12 anni, quindi è importante prendere confidenza con la seconda lingua da subito per non rischiare di faricare il doppio una volta cresciuti!

imparare-inglese-piccoli

I Vantaggi dello Studio dell’Inglese per i Bambini

Abbiamo messo in evidenza i principali vantaggi dei bambini che crescono imparando l’inglese:

  • Sviluppo cognitivo: il cervello di un bambino impara ad analizzare, a prendere decisioni selettivamente e a risolvere problemi. Benefici non trascurabili ne ha la memoria e la capacità di mantenere la concentrazione sulle informazioni rilevanti e trascurarne le secondarie (multi-tasking).
  • Sviluppo emozionale-relazionale: attraverso il “gioco dell’inglese” i bambini crescono in modo armonico, imparano a relazionarsi l’uno con l’altro dando sfogo in modo fluido al naturale processo di apprendimento di un bambino in tenera età.
  • Apertura mentale: imparare una lingua vuol dire conoscere una cultura che parla, ragiona e, in ultima analisi, “vive” in modo diverso da noi. Scoprire e relazionarsi con nuove culture coltiva il valore universale della tolleranza.
  • Padroneggiare la “Lingua del Mondo”: se l’inglese non è la lingua correntemente più parlata del mondo è senza dubbio la più conosciuta. Il mondo del lavoro ne è tuttora dipendente, per non parlare delle più importanti produzioni culturali.

Imparare l’Inglese nel modo giusto

Imparare a parlare e scrivere l’inglese è una meravigliosa avventura, ma bisogna essere sicuri di farlo nel modo giusto e con i metodi migliori. The British Institute of Rome propone una serie di corsi specificatamente concepiti per le varie fasce d’età, che gradualmente accompagnano i ragazzi verso gli esami più importanti della Cambridge English Language Assessment come il KET, il PET e l’FCE. Non solo lezioni in aula ma “momenti social” tesi a migliorare la padronanza della lingua inglese e l’elasticità della propria espressione nei più differenti contesti culturali.
Per conoscere tutti i dettagli della nostra proposta, scopri subito i nostri corsi di inglese per ragazzi.

Tutti i contenuti di questo sito sono proprietà di The British Institute of Rome © 2019. Sito web by dm3.it