The British Institute of Rome

Alla scoperta della Scozia, la terra di miti e leggende

Alla scoperta della Scozia, la terra di miti e leggende

La Scozia è sicuramente una delle mete più ambite per tutti turisti che vogliono immergersi nella cultura anglosassone, che sono in cerca di imparagonabili panorami offerti dalla vastissima natura e per coloro che intendono intraprendere un viaggio attraverso la storia.

Sono molti i luoghi offerti dal territorio Scozzese da dover visitare almeno una volta nella vita, come:

  • le isole Orcadi e Ebridi,
  • i castelli
  • i laghi
  • la natura selvaggia ed incontaminata

Le isole Orcadi e le Ebridi 

Queste isole ospitano siti archeologici ricchi di monumenti preistorici inseriti in un quadro ambientale dall’indiscusso fascino, come le Calanais Standing Stones, composte da 48 megaliti innalzati in nel 3500 a.C. ordinate in maniera circolare, o il cuore delle Orcadi neolitiche, un sito divenuto, grazie all’UNESCO, “Patrimonio dell’umanità”.

La natura selvaggia ed incontaminata della Scozia

In Scozia è possibile perdersi nella suggestiva natura così come ammirare una fauna decisamente rara.

  • La paesaggistica: il territorio si contraddistingue per le scogliere battute dal vento, le fantastiche brughiere e le foreste secolari, nonché per gli scenografici panorami che offre.
  • La fauna: è decisamente variegata, composta da aquile, quaglie, pulcinelle di mare, gatti selvatici, martore, galli cedrone, cervi, lepri e molti altri, che vanno così ad arricchire il tutto rendendolo ancora più incantevole.

I castelli scozzesi

Il territorio scozzese è caratterizzato da una buona dose di castelli dalla grande importanza storica e maestosità, alimentati tra l’altro da miti e leggende. E’ il caso dell’incantato Dunrobin Castle, dall’aspetto fiabesco, il Dunnottar Castle arroccato strategicamente su un altura praticamente al di sopra del mare e circondato da sbalorditive scogliere, il candito Blair Castle e l’Eilean Donan Castle, posizionato in uno scenario da film.

I laghi della Scozia

Sono molti i bacini di acqua dolce che arricchiscono la regione scozzese, ed alcuni di questi sono nella maniera più categorica da visitare:

  • Loch Lomond, il più grande e romantico lago del Regno Unito, è localizzato in prossimità di Glasgow, all’interno del parco nazionale The Trossachs nel quale sarà possibile intraprendere stupende passeggiate e cimentarsi in diversi sport come il kayak ed il canottaggio;
  • Loch Ness, oltre ad essere il lago più famoso al mondo è anche quello con una densità d’acqua superiore rispetto a tutti quelli scozzesi. Inoltre, non è affatto difficile da raggiungere data la presenza dei numerosi collegamenti di cui poter disporre, tra cui anche mezzi pubblici.

Miti e leggende

Ma la Scozia è anche molto altro: mostri e fantasmi sono infatti da sempre oggetto di miti e leggende.

Si narra che gli spettri manifestino la loro presenza al preciso scoccare della mezzanotte e preferiscano aggirarsi in prossimità dell’Osservatorio Astronomico di Greenwich, che detta il tempo a livello internazionale, agevolandoli nel calcolo delle apparizioni per via delle imprecise clessidre e meridiane utilizzate durante la loro vita terrena.

In base a quanto sostiene il “Gazzetteer of British Ghosts”, la Scozia e l’Inghilterra possono vantare un numero particolarmente elevato di spettri animali e di una densità per kmq maggiore rispetto a quella di tutti gli altri paesi europei.

Sono molte le leggende che in Scozia vengono tramandate di generazione in generazione.

A livello mondiale, quella maggiormente conosciuta, è sicuramente quella del lago di Loch Ness, che con una profondità di 230 metri sarebbe la dimora del mostro Nessie, così chiamato dalla popolazione del posto, che tutt’oggi viene ancora raffigurato in molti libri come un dinosauro gigante che attacca escursionisti e passanti.

Una tra le sue apparizioni più conosciute risale al 1933, quando due coniugi che costeggiavano il lago a bordo della loro automobile videro spuntare Nessie dai boschi e tagliargli la strada, tuffandosi poi nelle gelide acque con in bocca una preda appena catturata;

Un altro antico mito invece racconta una delle apparizioni più frequenti che riguarda una mandria di vacche furiose e scalpitanti che si manifesterebbero di tanto in tanto su una strada di Chester;

Non meno intrigante, e allo stesso tempo imbarazzante, è storia di un pony deceduto dopo aver ingerito della biancheria intima nel corso di un incontro clandestino tra lo stalliere e la sua padrona. Durante la prima manifestazione, essendo i fantasmi simili a radiografie, apparvero anche il busto e le mutandine della lady, che fecero sì che il marito scoprì la tresca nascosta. Questi, estremamente permaloso, la prese così male che da quel giorno in poi ogni volta che il fantasma del pony si manifesta è accompagnato anche da quello di una dama che tenta incessantemente di nascondere la sua nudità dietro la sua folta chioma.

Insomma, qualunque sia la vostra idea di vacanza, il territorio scozzese offre numerose attrazioni ed attività per tutti i gusti.

Se vuoi scoprire di più sulla cultura anglosassone ed allo stesso tempo migliorare il tuo livello d’inglese, scegli i corsi del British Institute of Rome e raggiungi i tuoi obiettivi.

Richiedi subito informazioni!

Tutti i contenuti di questo sito sono proprietà di The British Institute of Rome © 2019. Sito web by dm3.it