The British Institute of Rome

Natale a Londra: le tradizioni natalizie inglesi

Natale a Londra: le tradizioni natalizie inglesi

Il Natale a Londra è uno dei momenti più belli dell’anno, le vetrine si riempiono di luci e decorazioni a tema natalizio, i bambini cominciano a scrivere la loro lista dei regali da spedire a Father Christmas e si respira un’aria di festa per tutto il mese di dicembre. Due settimane prima di Natale si cominciano a decorare anche le case, con l’albero abbellito con luci e fiocchi.

Le tradizioni natalizie inglesi non sono così lontane da quelle a cui siamo abituati in Italia ma presentano alcune particolarità che vi andremo a raccontare in questo articolo.

L’albero di Natale a Londra

Pochi sanno che la tradizione dell’albero di Natale nasce in Inghilterra nella seconda metà dell’800: l’usanza originaria era sassone, introdotta nel Regno dal Principe Alberto di Sassonia, sposo della Regina Vittoria, insieme a molte altre tradizioni natalizie. L’albero è un elemento centrale della cultura germanica (il Tannenbaum), simbolo di vita e di rinascita, ricopriva un ruolo molto importante anche nelle civiltà pre-cristiane. Alberto era un Principe integerrimo e tipicamente germanico, amante dell’arte e della bellezza, ma attorno alla sua figura sorsero numerose dicerie e racconti dal sapore dissacrante e ironico, per spiegare la diffusione delle tradizioni di Natale sassoni in Inghilterra.

Se avete voglia di respirare in pieno l’aria del Natale a Londra c’è un posto dove assolutamente cominciare: si tratta di Trafalgar Square dove ogni anno viene eretto il gigantesco albero donato dalla Norvegia al Regno Unito per ringraziare del supporto fornito durante la Seconda Guerra Mondiale. Ma non dimentichiamo anche Covent Garden, un altro luogo londinese fondamentale per l’atmosfera natalizia: dalla vicina Chiesa di St Paul sentirete filtrare le famose Carole Natalizie, ascoltate in raccoglimento e al lume di candela.

La Vigilia di Natale in Inghilterra

Il momento più emozionante per i bambini inglesi non può non essere la notte della Vigilia: tornati dalla Messa di Mezzanotte i bambini appendono vicino all’albero o al caminetto le tradizionali calze per Father Christmas e per ringraziarlo dei copiosi regali gli preparano una tazza di latte e un dolcetto, il mince pie. Anche la povera renna Rudolph viene coccolata, così accanto alla tazza viene solitamente lasciata una carota di ringraziamento!

Un’altra tradizione storica, per le case inglesi dotate di camino, è quello di lasciare acceso un ceppo durante la sera della Vigilia, facendolo durare il più a lungo possibile. Questo è un gesto di buon auspicio, unito a quello di conservare un tizzone di questo ceppo per accendere il camino il Natale seguente.

Il pranzo di Natale nel Regno Unito

La mattina di Natale viene sempre dedicata allo scartamento dei regali, lasciati sotto l’albero in un sacco nero. Per pranzo ci si siede tutti a tavola con i parenti: il piatto forte del pranzo di Natale è ovviamente il tacchino ripieno (roast turkey), solitamente accompagnato da una salsa ai mirtilli. Altri piatti tradizionali sono i fagottini della Cornovaglia, i timballini di salmone affumicato, uova fritte alla scozzese, spezzatino alla birra, cosciotto di agnello con salsa alla menta e molto altro. Il dolce tradizionale da gustare a fine pasto è il Christmas pudding Christmas Cake.

Altra tradizione tipica della tavola inglese è quella del Christmas Cracker: un tubo di carta a forma di caramella ripieno di una sorpresa o un piccolo gadget e una corona di carta velina da indossare. I commensali incrociano le braccia tenendo il proprio cracker con la destra e, tirando l’estremità di quello del vicino con la sinistra, vengono aperti con gran gioia e risate dei bambini.

Concluso il pranzo tutti davanti alla televisione che alle 15 c’è il Discorso della Regina! Il casalingo pomeriggio di Natale è tradizionalmente legato alla visione di un classico della filmografia di James Bond… dinanzi al quale, altrettanto tradizionalmente… ci si assopisce! Da qui nasce addirittura un detto inglese “Falling asleep in front of the Bond film“.

Il tè di Natale

Non poteva mancare neanche il giorno di Natale la famigerata ora del tè inglese. Tutta la famiglia si riunisce nuovamente a tavola, intorno alle sei di pomeriggio, e viene servita una generosa tazza di bollente tea. I dolci che solitamente lo accompagnano sono sempre i mince pies ma non viene disdegnato anche un abbinamento salato a base di sausages.

Santo Stefano… il Boxing Day

Il 26 dicembre è una festa riconosciuta a livello nazionale nel Regno Unito. Quello che viene nominato Boxing Day, il nome lo evidenzia, era il giorno tradizionalmente dedicato alla consegna dei regali che i “padroni” o i datori di lavoro elargivano a servi e sottoposti. La tradizione oggi è sostanzialmente abbandonata e il Boxing Day è diventato un’ennesima occasione dedicata allo shopping natalizio di massa, sulla falsa riga del Black Friday.

I più tradizionalisti ricordano ancora di offrire un piccolo dono, confezionato in una scatola, al lattaio, al postino o ai colleghi di lavoro che hanno modo di incontrare durante i giorni di Festa.

Tutti i contenuti di questo sito sono proprietà di The British Institute of Rome © 2019. Sito web by dm3.it