The British Institute of Rome

Londra perde la sua appetibilità: sempre più inglesi fuggono

Londra perde la sua appetibilità: sempre più inglesi fuggono

Londra nell’ultimo periodo è diventata sempre meno accessibile e soprattutto più cara. Infatti, aumentano i costi delle case, degli affitti, ma anche dei principali servizi.

Questi sono alcuni dei motivi principali per i quali gli inglesi lasciano la città per dirigersi verso mete meno costose e più accoglienti.

Secondo anche i dati dell’Office for National Statistics ONS sono ben 340.498 mila i residenti che nel 2018 hanno lasciato Londra per andare a vivere in altre zone del Regno Unito.

Il 2018 è stato uno degli anni più colpiti da questo esodo. L’ONS infatti ha iniziato a effettuare dei rilevamenti per il controllo del fenomeno dal 2012.

Proprio durante la prima rilevazione il numero di persone che aveva lasciato Londra era pari a 237.270 persone, molto meno rispetto a quelle che invece sono state segnalate poi negli anni a venire, con un picco registrato durante il 2018.

Gli inglesi lasciano Londra alla ricerca di una migliore qualità di vita

Secondo l’analisi dell’ONS, in molti non lasciano Londra solo per il costo in aumento delle case e degli affitti. In molti scelgono di “emigrare” perché sono alla ricerca di una qualità della vita migliore per loro e  per la propria famiglia.

L’indagine ha rilevato che in molti scelgono città che offrono l’accesso a buone scuole senza però dover pagare le rette onerose previste nelle scuole londinesi.

Altri invece cercano zone dove poter scappare dal caos cittadino e da una città eccessivamente cosmopolita, per questo motivo scelgono destinazioni come la campagna inglese o le città del Sud dell’Inghilterra.

La maggior parte delle persone che lascia le città ha una famiglia, mentre a Londra arrivano sempre più giovani che vogliono mettersi alla prova con il lavoro o con gli studi.

Londra però non è l’unica città in Inghilterra dove si può trovare lavoro, e non sempre è la soluzione ideale per chi desidera trovare lavoro all’estero. Ci sono tante opportunità lavorative per gli stranieri anche in altre città della Gran Bretagna.

Naturalmente, prima di partire per Londra o per altre destinazioni, si consiglia sempre di affinare il proprio inglese (perché quello è essenziale ovunque), con corsi dedicati al Business English o corsi Intensivi di Genera English per Adulti, proposti da scuole come The British Institute of Rome.

Dopo aver preso la giusta familiarità con la lingua, se desideri trasferirti in Inghilterra, potrai scegliere tra le mete più ambite. Ecco quali sono le principali:

Bristol

Una delle città più grandi del Regno Unito e tra le più ambite per chi vuole cambiare vita oppure semplicemente trasferirsi da Londra, è Bristol. Questa conta circa 400 mila abitanti, si trova a sole due ore di auto da Londra e la sua economia è abbastanza florida, grazie principalmente ai suoi collegamenti marittimi. Bristol offre diverse opportunità nel settore turistico, dell’informatica, servizi finanziari e anche dei media.

Southampton

A circa un’ora e mezza da Londra un’altra città che può essere considerata una buona alternativa è Southampton. Questa città offre importanti istituzioni scolastiche e università, presenta un comodo aeroporto e anche uno sbocco sul mare, con un porto che funziona anche per l’attracco di navi da crociera. A Southampton ci sono ottime opportunità di lavoro  e di studio. Il suo clima è più piacevole rispetto a quello di Londra, e considerando i dati della disoccupazione, questa è quella meno colpita negli ultimi due anni.

Plymouth

Sita sulla costa meridionale del Devon a circa 4 ore da Londra, Plymouth è una città abbastanza grande. Conta 250 mila residenti e ha una forte economia legata alle attività portuali e militari. Plymouth offre delle buone opportunità di lavoro nel campo dell’ingegneria, del turismo e della formazione.

Brighton

A soli 50 miglia a sud di Londra, molto ambita da chi si trasferisce e tra le principali località balneari dei londinesi è Brighton. Questa città è molto popolare e insieme a Worthing, Littlehampton e Hove costituisce un’area che prevede in totale ben mezzo milione di abitanti. Una delle principali leve economiche di Brighton è il commercio e il turismo.

Tra le aziende con sede in questa città c’è American Express. Essendo molto vicina  all’aeroporto di Gatwick, Brighton  è molto ambita da chi lavora nel settore aviario. In più presenta una buona qualità della vita,  la vicinanza a Londra, buone strutture scolastiche e diverse strutture ricettive che vanno dagli hotel, sino ai tantissimi ristoranti presenti nella zona turistica.

Tutti i contenuti di questo sito sono proprietà di The British Institute of Rome © 2019. Sito web by dm3.it